Salta al contenuto principale
Il teatro delle meraviglie

Il Teatro delle Meraviglie

La raffinata e coinvolgente rassegna Il Teatro delle Meraviglie dedicata ai giovanissimi e alle famiglie organizzata dal Teatro Actores Alidos ritorna finalmente a Cagliari tutte le domeniche alle ore 18, dal 4 febbraio al 24 marzo presso il Teatro degli Intrepidi Monelli. Un ricco cartellone che, oltre agli spettacoli degli Alidos, ospiterà artisti e compagnie nazionali che accompagneranno gli spettatori nel viaggio del regno della fantasia, tra fiabe e poetici racconti senza parole per volare sulle ali dell’immaginazione e lasciarsi conquistare dalla magia del teatro.

Argomenti

Teatro

Comune

Cagliari

Contatti

Riferimenti

Volevo volare (il brutto anatroccolo)

Il sipario si apre su “Volevo Volare / ovvero la storia del Brutto Anatroccolo” del Teatro Actores Alidos, con drammaturgia e regia di Valeria Pilia, anche protagonista sulla scena insieme con Manuela Sanna: la pièce si ispira alla celebre fiaba di Hans Cristian Andersen, cogliendone gli aspetti più significativi e attuali e «mettendo in evidenza la diversità come pregio e non come difetto». “Volevo Volare” è uno spettacolo divertente e coinvolgente, che affronta temi come la bellezza, ma anche la differenza tra “essere” e “apparire” e parte dalle (dis)avventure di un giovane cigno, raccontate da Pinco e Sballina, due stravaganti e simpatici personaggi, per «inserire la storia dell’anatroccolo nella più grande storia del cerchio della vita, attraverso le diverse stagioni dell’uomo e della natura». Sballina ama disegnare e Pinco desidera volare, vorrebbe diventare un pilota: «anche a loro a volte capita di sentirsi brutti anatroccoli, in un mondo che non è tenero con chi appare diverso e non riesce a difendersi da solo». Insieme al protagonista della fiaba – e agli spettatori – impareranno la ricchezza della diversità, e scopriranno che l'importante è essere “belli dentro” e si aiuteranno a vicenda a inseguire i propri sogni.

Dove

Teatro Teatro Intrepidi Monelli

(Viale Sant'Avendrace 100)

Orari di apertura

04-02-2024
domenica
dalle 18:00 alle 19:00

Prezzi

€ 5.00

C'era una volta...Cenerentola

Una tra le fiabe più conosciute e diffuse nel mondo, rivive sulla scena:  “C’era una volta… Cenerentola” del Teatro Actores Alidos, con testo e regia di Pino Costalunga, nell'interpretazione di Michela Cogotti Valera e con Paride Pusceddu alla parte musicale. Una trasposizione ispirata alla «secentesca versione napoletana del “Cunto de Li Cunti – Il Pentamerone” di Giovan Battista Basile: “Gatta Cenerentola”» – come sottolinea il regista – ma riletta attraverso lo sguardo di «una ragazzina abituata alla televisione e ai video postati sui vari social». La storia della fanciulla maltrattata dalla matrigna e dalle sorellastre, tra i preparativi per la grande festa al castello, con un intervento soprannaturale che permette all'orfana di partecipare al ricevimento con un abito elegante e uno splendido cocchio, ma solo fino allo scoccare della mezzanotte continua ad ammaliare il pubblico anche grazie «alla bellissima lingua di Basile». “C’era una volta… Cenerentola” è una pièce «ricca di trovate sceniche dove semplici oggetti si trasformano in mari in tempesta e carrozze con cavalli, dove alla tradizione favolistica italiana si mescolano i giochi e i divertenti lazzi tipici della Commedia dell’Arte» per riscoprire le infinite possibilità e la libertà della fantasia.

Dove

Teatro Teatro Intrepidi Monelli

(Viale Sant'Avendrace 100)

Orari di apertura

11-02-2024
domenica
dalle 18:00 alle 19:00

Prezzi

€ 5.00

Baracca&Burattori con Alice

Le avventure di “Alice nel Paese delle Meraviglie” a teatro con “Baracca & Burattori - con Alice” del Teatro Tragodia, uno spettacolo scritto, diretto e interpretato da Virginia Garau, che divide la scena con Daniela Melis e Ulisse Sebis e liberamente tratto dal celebre romanzo di Lewis Carroll. Un coinvolgente gioco metateatrale, in cui gli attori diventano burattini e la baracca in cui agiscono... cammina, per una moderna rilettura della storia in bilico tra sogno e realtà: «Alice viene attratta da subito da un simpaticissimo e bizzarro Bianconiglio, il quale la fa divertire tanto: ogni suo passaggio è scandito dal ticchettio di un orologio» – rivela Virginia Garau – «Il tempo per lui è importantissimo e ha una missione da compiere...». Inseguendo lo strano personaggio, la protagonista finisce in un mondo fantastico, dove incontra «una Duchessa fuori di testa» e «un Cappellaio Matto, veramente tutto matto, con la passione per il bel canto», e pure la crudele Regina di Cuori, che «ordina di mettere in prigione il tempo». “Baracca & Burattori - con Alice” «con le sue originali e divertenti allegorie» – spiega l'autrice e regista – «vuole indicare il complesso percorso di crescita e il passaggio dal mondo dell'infanzia, roseo e spensierato, al mondo degli adulti, fatto di responsabilità».

Dove

Teatro Teatro Intrepidi Monelli

(Viale Sant'Avendrace 100)

Orari di apertura

18-02-2024
domenica
dalle 18:00 alle 19:00

Prezzi

€ 5.00

Paura fatti sotto!

Una favola moderna per sconfiggere “i mostri” della fantasia: “Paura fatti sotto!” del Teatro Actores Alidos, liberamente ispirato a “Il mostro peloso” di Henriette Bichonnier, con drammaturgia e regia di Valeria Pilia e con Michela Cogotti Valera nel ruolo di Miss Emoticon, una studiosa che «gira il mondo per parlare di emozioni come rabbia, felicità, tristezza». La simpatica dottoressa indaga, prende appunti e interroga i bambini: un tema che la affascina e la interessa particolarmente è proprio la paura, così cerca di scoprire «ciò che spaventa maggiormente i bimbi». «E quando c’è da far esempi pratici, Miss Emoticon non si tira certo indietro...» – sottolinea Valeria Pilia –. «Per lei non ci vuole nulla a raccontare di quel re che nel bel mezzo di una foresta viene catturato da un mostro davvero brutto con un'enorme testa, due piedi piccolissimi, niente gambe, una bocca enorme, braccia lunghissime e soprattutto tanti, tantissimi peli su ogni parte del corpo. Esatto, proprio lui: Il Mostro Peloso... che ha un sogno nel cassetto: mangiare un essere umano!». Il sovrano, per salvarsi la vita, promette al mostro un bocconcino più tenero, ovvero un bambino ma l'unica che riesce a trovare – dato che gli altri sono a scuola – è proprio sua figlia Lucilla... e per scoprire come va a finire, non resta che andare a teatro...

Dove

Teatro Teatro Intrepidi Monelli

(Viale Sant'Avendrace 100)

Orari di apertura

25-02-2024
domenica
dalle 18:00 alle 19:00

Prezzi

€ 5.00

Il Libro Magico

Tutto il fascino delle fiabe nel “Il Libro Magico” del TeatroZeta, uno spettacolo scritto e diretto da Carmine Barbato, anche protagonista sul palco insieme con Simone Fabiani, con scenografie di Roberto Foresta e costumi di Isaura Bruni e con la supervisione artistica di Manuele Morgese. «Due fratellini in un pomeriggio come tanti si ritrovano a non avere più tablet e playstation con cui giocare» – racconta l'autore –, «dopo l’ennesimo litigio, infatti, hanno finito per romperli entrambi». Una possibilità di sfuggire alla noia rappresentata da un vecchio libro di favole, ormai dimenticato, lasciato quasi per caso tra tanti giochi più moderni nella loro cameretta: in mancanza di meglio i due ragazzini provano a sfogliarlo, ma ecco che inattesa avviene una sorta di magia. Fa la sua comparsa «un Cantastorie un po’... particolare: i bambini gli chiedono di raccontare le storie di Pinocchio, della Principessa sul pisello e di Pollicino, ma dopo troppo tempo trascorso rinchiuso in un libro polveroso, questo strano personaggio ha la mente leggermente annebbiata»... E inevitabilmente inizia a far confusione e a reinventare e mescolare le trame, in una pièce «ricca di fraintendimenti, disguidi e bizzarre storie raccontate come mai prima d’ora»: riuscirà alla fine «a ricordare le favole che hanno fatto sognare grandi e piccini?»...

Dove

Teatro Teatro Intrepidi Monelli

(Viale Sant'Avendrace 100)

Orari di apertura

03-03-2024
domenica
dalle 18:00 alle 19:00

Prezzi

€ 5.00

I vestiti nuovi del principe Amleto

Una favola arcana, ricca di citazioni e rimandi teatrali e letterari: “I vestiti nuovi del principe Amleto” del Teatro del Cerchio, uno spettacolo ispirato a “Rosencrantz e Guildestern sono morti” di Tom Stoppard, come all'“Amleto” di William Shakespeare e alla fiaba de “I vestiti nuovi dell’imperatore” di Hans Christian Handersen. Sotto i riflettori Mario Mascitelli, che firma drammaturgia e regia, in scena con Mario Aroldi per un raffinato divertissement adatto a grandi e piccini. «Il principe Amleto è triste» – si legge nella presentazione –. «Vaga per il castello di Elsinore vestito di nero, sempre con un teschio in mano e nulla pare lo interessi e lo rallegri»: una soluzione sarebbe invitare a corte Rosencrantz e Guildenstern, «due imbroglioni (anche se loro preferiscono definirsi “trasformatori di verità”) che, forse al castello non ci arriveranno mai, persi come sono nel loro continuo gioco “a testa e croce” per inventare qualcosa di spiritoso e geniale...». La loro nuova trovata «spacciarsi per sarti prestigiosi» capaci, come nel racconto dello scrittore danese, di cucire abiti come non si sono mai viti… né si vedranno mai. Chissà che i due millantatori non abbiano davvero la stoffa... per allietare il cuore del principe... e divertire il pubblico...

Dove

Teatro Teatro Intrepidi Monelli

(Viale Sant'Avendrace 100)

Orari di apertura

10-03-2024
domenica
dalle 18:00 alle 19:00

Prezzi

€ 5.00

Una storia

Una favola crudele con un lieto fine. “Una storia” del Nuovo Teatro delle Commedie, un “piccolo racconto poetico ed intenso” da “Hansel e Gretel” dei fratelli Grimm, nell'interpretazione di Alessia Cespuglio, con musiche di Giorgio De Santis e drammaturgia e regia di Francesco Cortoni. La trama è nota: due fratellini vengono abbandonati nella foresta dal padre e dalla matrigna, che non hanno i mezzi per sfamarli e neppure il coraggio di vederli deperire davanti ai propri occhi, e forse sperano nella carità altrui, magari di qualche ricco e generoso viaggiatore. «Un taglialegna, sua moglie, i due fratellini e una strega raccontati da una sola attrice attraverso pochi oggetti e gesti precisi per dar forza alle loro parole e alla loro forza evocativa»: “Una storia” è uno spettacolo affascinante e delicato che affronta un tema difficile e complesso come la povertà, resa emblematica dalla scelta estrema dei due adulti. In un mondo lontano ma non troppo, Hansel e Gretel si ritrovano da soli, costretti a far conto solo sulla propria intelligenza e sulle proprie risorse: la pièce è un tentativo di mostrare, attraverso il linguaggio del teatro, «le strade che portano con coraggio all'emancipazione e alla crescita dei due fratellini, così che ogni bambino non si smarrisca ma ritrovi la strada per tornare a casa».

Dove

Teatro Teatro Intrepidi Monelli

(Viale Sant'Avendrace 100)

Orari di apertura

17-03-2024
domenica
dalle 18:00 alle 19:00

Prezzi

€ 5.00

Camminando sotto il filo

Un poetico e immaginifico racconto per quadri “Camminando sotto il filo” de La Botte e il Cilindro, originale spettacolo di kabaret marionettistico comico-poetico-acrobatico ideato e interpretato da Nadia Imperio con il contributo artistico di Beppe Dettori per un ideale itinerario alla scoperta di piccole e interessanti storie di artisti insieme ai miti e alle leggende ma anche alle tradizioni e alla cultura della Sardegna. Il personaggio chiave è Nora, la “padrona di casa”, che introduce i vari “numeri” ispirati alle arti circensi ma anche alle atmosfere da Café Chantant e al mondo del varietà: si alternano così sulla ribalta «Miss Embrasse, che smette di essere un inanimato cordone di tenda per mostrare la sua accattivante malizia; le mute Janas, nate dalla musica dei boschi sardi; Oscar, che compie le sue evoluzioni su un trapezio e Lilit, delicata creatura che attraversa con grazia la corda, attenta a non perdere l’equilibrio». Ma ci sono pure «quattro tenores alle prese con un pezzo del tradizionale canto, in un'esibizione comicamente sui generis» e in questo speciale kabaret «misteriose gambe senza corpo danzano e un pulcino muove i primi passi nel mondo uscendo dal suo guscio d’uovo». Infatti non ci sono limiti per la fantasia in una pièce che incanta gli spettatori con le storie appese a un filo e l'arte raffinata e insieme popolare del teatro di figura.


 

Dove

Teatro Teatro Intrepidi Monelli

(Viale Sant'Avendrace 100)

Orari di apertura

24-03-2024
domenica
dalle 18:00 alle 19:00

Prezzi

€ 5.00

Aggiungi una recensione

La tua recensione sarà visibile dopo approvazione dalla redazione.

Per inserire una recensione devi essere un utente autenticato.
Esegui accesso con Social Login